AMANTIDELLETELENOVELAS
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

AMANTIDELLETELENOVELAS

FORO IN ITALIANO E EN ESPAÑOL
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

 

 SENZA FINE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Aurora Stella

Aurora Stella

Messaggi : 440
Data di iscrizione : 17.02.20

SENZA FINE Empty
MessaggioTitolo: SENZA FINE   SENZA FINE Icon_minitime12020-05-19, 20:04

SENZA FINE 9k=

SENZA FINE' NON SOLO AMORI E TANTE LACRIME
NON sono tutti biondi, identici, con la mascella da alligatore. Le signore sono inquiete ma nelle loro avventure seguono un filo logico: non si innamorano prima del giardiniere, poi del padre del giovanotto con il quale ci avevano fatto credere - per duecentoundici puntate - di voler convolare a giuste nozze. In Senza fine, il teleromanzo in sessanta puntate scritto da Ennio De Concini e diretto da Carlo Nistri che comincia stasera su Canale 5 alle 20.40, la storia è credibile: drammatica, ricca di colpi di scena, ma ancorata alla realtà. "Ho voluto provare una nuova strada con un racconto che si snodasse nel tempo" dice De Concini. "Le storie lunghe mi piacciono molto, le paragono a grandi fiumi che nel loro scorrere vedono paesaggi diversi. Così lo svolgersi delle vite dei miei protagonisti investe tanti sentimenti, a volte contrastanti tra loro, e si intreccia a quelli di altre persone, per formare quasi una saga familiare". La trama di Senza fine parte da una storia d' amore: "Questo romanzo in trenta puntate che io chiamo ' teledispensa' nasce da un episodio semplice: due giovani vorrebbero sposarsi ma non riescono a farlo, come nei Promessi sposi". Oggi Renzo è diventato Leo (Fabio Galli), un archeologo affascinato dagli scavi e dal mondo etrusco, Lucia è la bella Camilla (Vanessa Gravina). "Il suo mancato matrimonio" spiega De Concini "è dovuto in parte a cause esterne, ma affonda le sue radici più profonde nel rifiuto che questa ragazza ha per l' uomo, così come testimonia il lungo fidanzamento in bianco". Il cast è formato da tanti bravi attori di teatro, tra cui Pino Colizzi, Ivo Garrani, Emanuela Giordano, Lorenza Guerrieri e Margherita Guzzinati. Il teleromanzo racconta la storia delle due famiglie, gli Stefani e i Marino: Leo, l' archeologo, segue le orme del padre, funzionario dei Beni culturali. Ha due fratelli: il maggiore è un ragazzo irrequieto, con il vizio del gioco. La famiglia di Camilla, che ha due sorelle e un fratello, è meno unita di quella di Leo: il padre è colonnello dei carabinieri, la madre appartiene a una famiglia nobile e decaduta. Non è una coppia felice, ma convive con civiltà. Alla vigilia delle nozze l' atmosfera festosa viene spezzata da un gesto disperato e incomprensibile: il nonno di Camilla, generale dei carabinieri, si suicida con un colpo di pistola alla tempia. La sua morte rompe l' equilibrio familiare, acutizza antichi rancori, scatena sensi di colpa. "Dai generi classici ho preso molto: anche nella mia storia ci sono intrecci, suspense" racconta De Concini. "Ma ho voluto fare un passo avanti: le situazioni si capovolgono più per ragioni interne che per eventi esterni. Ovviamente c' è il ' cattivo' , ma c' è anche lo sforzo di spiegare e capire le ragioni del suo comportamento". Traumi d' infanzia, amicizie sbagliate, spiegazioni psicanalitiche, temi mai trattati nella soap ppera, come l' omosessualità: De Concini ha mescolato con sapienza problematiche comuni. "Anche questa è una sfida. Vorrei creare un appuntamento con il pubblico che nel tempo produca un cambiamento dei gusti, puntando su personaggi privi di quel sentimentalismo zuccheroso che abbiamo visto così spesso. Quando scrivevo La Piovra, mi chiedevano di far vincere Cattani. Non era possibile, vinceva e continua a vincere la mafia. Così in questa storia il protagonista sfiora il segreto della lingua etrusca, ma non raggiunge la soluzione". La sfida di Senza fine è anche produttiva: le trenta puntate di 100 minuti ciascuna (165milioni a puntata), sono state girate in presa diretta. "E' una scommessa contro il malcostume della produzione italiana dei costi gonfiati, per cui alcune miniserie costano fino a due o tre miliardi a puntata" dice De Conc Giussani e Rosario Rinaldo, con Reteitalia, hanno creduto in quest' operazione. Su questa stessa linea vogliamo realizzare un altro teleromanzo, Welcome, dai contenuti ancora più duri e realistici". Pino Colizzi, il ' cattivo' della storia, dice che questo teleromanzo non è semplicemente una soap opera ma "un' operazione culturale". "Dimostra come anche in Italia sappiamo fare le cose come gli americani, lavorando in presa diretta, in tempi ristretti, al servizio del regista e degli autori".

SENZA FINE 9k=SENZA FINE LVYsuVN4eC36cxF6Z5FIbLXKIyZnqTZiQ1hps21Jota9ivd9CbV_mgrSs2vXWNZwpslSvokPVmohHMlNdP5zgV_yjtAVf771EA62fIKM
Torna in alto Andare in basso
 
SENZA FINE
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
AMANTIDELLETELENOVELAS :: TELENOVELAS IN LINGUA ITALIANA  :: SENZA FINE-
Vai verso: